I tuoi auricolari wireless sono spazzatura (alla fine)
CasaCasa > Notizia > I tuoi auricolari wireless sono spazzatura (alla fine)

I tuoi auricolari wireless sono spazzatura (alla fine)

May 23, 2023

Aggiornato il 9 marzo 2022

Abbiamo aggiornato questo post del blog per riflettere che Podswap ha cambiato nome in The Swap Club.

Lauren Dragan

Condividi questo post

Adoro i miei auricolari wireless. Indossarli è come infilare i miei pantaloni della tuta preferiti: mi sento immediatamente confortato e isolato dal mondo esterno. Le mie cuffie mi danno motivazione quando mi alleno, mi aiutano a concentrarmi sul lavoro, mi danno informazioni quando sono in viaggio e mi aiutano a rilassarmi prima di andare a letto. Ma per quanto li ami, qualcosa mi ha tormentato la coscienza ultimamente: c'è un lato oscuro nascosto nei miei auricolari preferiti?

Solo nel terzo trimestre del 2019, sono stati venduti 33 milioni di auricolari true wireless, ovvero senza cavo di collegamento tra gli auricolari (si pensi agli AirPods). E si prevede che il numero delle vendite crescerà. Secondo un rapporto di Futuresource Consulting, si prevede che gli auricolari true wireless rappresenteranno i due terzi del mercato degli auricolari entro il 2023.

Non c'è da stupirsi: i progressi tecnologici hanno reso gli auricolari wireless più piccoli, leggeri e convenienti. Per la maggior parte delle persone, la prima volta che li provi, apprezzi immediatamente la loro sensazione di libertà. Ma ecco la terribile verità: tra pochi anni, quasi ognuno di quei milioni di paia di auricolari sarà in una discarica.

Anche se i tuoi auricolari Bluetooth non si rompono fisicamente, le loro batterie prima o poi perderanno la capacità di caricarsi. Ciò non è dovuto a un malvagio complotto aziendale. Tutte le batterie ricaricabili prima o poi si esauriscono. È solo fisica. Le batterie perdono capacità nel tempo a causa di uno strato di accumulo cristallino che ricopre lentamente le pareti interne della batteria. Questo processo di invecchiamento aumenta la resistenza elettrica e si traduce in una riduzione graduale della quantità di carica che le batterie hanno a disposizione ogni volta che le carichi completamente. Mark Smirniotis, redattore senior ed esperto di alimentazione di Wirecutter, ha scritto una spiegazione di questo fenomeno, e la versione breve è questa: ogni volta che ricarichi gli auricolari, il tempo di ascolto diminuisce leggermente. Inizialmente l’effetto è appena percettibile. Ma nel giro di qualche anno, potresti scoprire che i tuoi auricolari wireless, che riproducevano musica per cinque ore per carica quando li hai acquistati per la prima volta, ora ti forniscono solo un'ora di tempo di riproduzione. Alla fine semplicemente non manterranno più la carica e nella maggior parte dei casi non puoi semplicemente sostituire la batteria: è incollata e raggiungerla distrugge di fatto qualunque parte potresti sperare di recuperare.

Il motivo per cui le aziende produttrici di auricolari utilizzano batterie ricaricabili non sostituibili è semplice: rende gli auricolari più piccoli. Gli acquirenti di auricolari generalmente preferiscono dispositivi più compatti, ma ciò significa che gli auricolari hanno meno spazio all'interno per tutti i componenti necessari. I progettisti devono stipare un chip Bluetooth e un processore, un'antenna, una batteria, driver, controlli e microfoni in qualcosa che spesso ha le dimensioni di un ditale. I vani batteria sostituibili richiedono più spazio per gli auricolari e, in un campo competitivo in cui il minuscolo è attualmente il re, le aziende non vogliono rischiare che i loro auricolari diventino un fiasco rendendoli più grandi.

Quanto tempo dovresti aspettarti che durino le batterie dei tuoi auricolari? Dipende. Come ci ha spiegato Mark, molti fattori possono influire sulla durata della batteria, tra cui la frequenza con cui usi gli auricolari, la frequenza con cui li carichi e li lasci collegati, la frequenza con cui li esponi a temperature estreme e la frequenza con cui rispondi a chiamate o chiamate. utilizzare la cancellazione attiva del rumore (entrambi assorbono una quantità elevata di energia). Quindi lo stesso paio di cuffie che fanno schifo ad una persona dopo due anni potrebbero durare per un'altra persona più vicino ai quattro anni. Ma è solo questione di tempo prima che la triste mietitrice della tecnologia arrivi a chiamare.

Questa informazione potrebbe essere uno shock per le persone abituate alla durata delle cuffie cablate. Conosco persone che possiedono cuffie tradizionali cablate da un decennio o più, a condizione che facciano qualche lieve manutenzione di tanto in tanto. Quando ti rendi conto che gli auricolari da $ 200 che ami potrebbero durare solo tre anni con l'uso quotidiano, può sembrare un pugno nello stomaco. D'altra parte, con il progresso della tecnologia, molte persone si sono abituate all'obsolescenza dei loro dispositivi. Accettano che telefoni e laptop non siano acquisti per tutta la vita. Per gli amanti delle cuffie come me, il valore annuo di utilizzo regolare può sembrare valere il prezzo di acquisto.